giovedì 30 giugno 2022

La Marvel e le teorie gender: pericolo per i minori

La presenza di personaggi lgbt nel Marvel Universe diventa sempre più asfissiante e se continua di questo passo sarà difficile continuare a seguire le varie serie trasformate in una sorta di megafono delle assurde teorie arcobaleno, che vorrebbero convincere la gente che la devianza sessuale corrisponde ad una dimensione normale e non problematica della persona. I bambini sono il bersaglio perfetto.

La vera minaccia è quindi non solo nei fumetti che diffondono questi messaggi quanto il fatto che i protagonisti delle storie siano, a loro volta, giovani o minori che consumano rapporti omosessuali. Ciò si è verificato in un albo Marvel uscito pochi giorni fa in Usa, Hulkling & Wiccan n. 1 di Josh Trujillo e con i disegni di Jodi Nishijima. Oltre a Hulkling e Wiccan, si ritrovano per una cena anche con altri figuri.

Sono Northstar (il suo compagno Kyle) e Bobby Drake alias l'Uomo Ghiaccio. Come i primi sono tutti omosessuali. Il che è già pesante come scenario da dare in pasto a lettori minorenni. Ma non finisce qui. Hulkling e Wiccan, dopo un piano magico messo in atto dalla strega Agatha Harkness, si risvegliano privi di memoria con lo scopo di corteggiare altri uomini. Contenuti non alla portata di minorenni.

Un albo di questo tipo dovrebbe essere vietato ai minori di 18 anni e soprattutto vietato in generale dato che in Italia è reato mostrare in pubblicazioni, anche di comics, immagini di minori che compiono atti sessuali o impegnati in attività sessuali, a prescindere dal fatto che siano soggetti sessualmente etero od altro. E' bene che i genitori facciano buona guardia per proteggere i loro figli da questa roba.

Nessun commento:

Posta un commento